mercoledì 13 giugno 2012

Elementi

Elementi 150x150

In questi giorni si è aperta la possibilità di una collaborazione con un'azienda impegnata nella commercializzazione di oggetti e arredi artistici e di design. Ringraziando la Goods and Crafts che ha deciso di fare una scelta di campo, coinvolgendo nella sua offerta commerciale arte e creatività, ne approfitto per ricordarmi che l'opera d'arte non dovrebbe stare nei musei né dovrebbe essere legata ad un concetto di cultura tanto astratto quanto noioso. Le cose che funzionano, che colpiscono, che fanno davvero fare un salto verso un altro modo di vedere e di pensare, difficilmente vengono dalla testa di un'artista: più spesso vengono da un posto posizionato molto più in basso...
Potremmo anche dire che, la cultura, quella vera, quella che cambia il nostro modo di pensare, almeno in campo artistico, non passa da una mente all'altra, ma prende un'altra via che è più istintiva, viscerale e sensuale. E' questo, credo, il motivo per cui l'arte, quella vera, non può essere spiegata ma solo vissuta: ha poco a che fare con il cervello ed il ragionamento.
Alla prossima.

1 commento:

  1. Condivido in pieno quello che dici...Quando qualcuno mi chiede il significato di un dipinto pretendendo una risposta razionale, sbaglia di grosso perché il mio dipinto è frutto delle sensazioni del momento, dello stato psicologico in cui mi trovo, ecc. Complimenti per la collaborazione!

    RispondiElimina